La Resistenza è sempre

La Resistenza è sempre

L’Associazione per il rinnovamento della sinistra ha aderito con molta convinzione e con forte compartecipazione alla giornata di mobilitazione “digitale” 25aprileiorestolibero, promossa da un appello sottoscritto da centinaia di persone e condiviso con l’ANPI. Ci sarà una staffetta attraverso la rete, che avrà inizio alle 14,30 per congiungersi con l’omologa iniziativa dell’Associazione partigiani che si avvierà alle 15.

Vi saranno contributi sonori e in video, testimonianze, canti dai balconi e striscioni sui palazzi. E’ una modalità diversa di celebrare una data cruciale per la libertà. In piazze virtuali e non analogiche, a causa dei pericoli del contagio. Ma se muta la forma, la sostanza rimane più forte che mai.

 Quel giorno del 1945 segnò, infatti,  un momento decisivo, che non può e non deve essere rimosso o cancellato. 

C’è stato persino chi ha proposto di cambiare il segno di una data storica, approfittando della terribile pandemia del Covid-19, o di ridurla ad una mera testimonianza burocratica, senza la presenza di delegazioni partigiane in  ciò che rimane delle cerimonie ufficiali. 

Non solo. Quest’anno sono persino aumentati gli odiosi atti provocatori: scritte naziste, minacce e violenze di una matrice fascista che forse suppone di poter rientrare in scena grazie alle campagne di odio e di razzismo, strumentalizzate queste ultime da parte di certe componenti politiche. Parliamo dei populismi e dei sovranismi reazionari.

Il ricorso agli strumenti digitali è uno stato di necessità, dovuto all’impossibilità di dare luogo alla fisicità degli eventi, come è sempre avvenuto. Sia l’occasione, però, per avvicinare generazioni nate e cresciute in tale ambiente tecnologico. E diventi, dunque, una metafora del cambiamento dei linguaggi, nonché degli approcci ad una giornata carica di valori e di simboli.

La Resistenza non è solo una scadenza da ricordare, bensì una concezione del mondo e uno stile di  vita, contro ogni tipo di autoritarismo: vecchio o nuovo che sia. E per tutti i popoli oppressi.

La Resistenza è sempre.

 

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *